Perugia, Giunti: "Han ci sarà. Vogliamo fare bene a Foggia"

Il mister Federico Giunti
Il mister Federico Giunti
- 31064 letture

In vista dell'anticipo tra Foggia e Perugia, che si giocherà domani alle 20.30 nel capoluogo dauno, è intervenuto ai microfoni della conferenza pre-gara di rito, il mister dei biancorossi Federico Giunti. "Grifone" reduce dalla batosta interna contro la Pro Vercelli, arriverà a Foggia con la voglia di riscattarsi e portare a casa l'intera posta in palio.

Ecco le parole del tecnico umbro: 

"Inizio dai convocati e posso dire che ci sarà Han, che non ha avuto minutaggio in nazionale, mentre non ci saranno Pajac, Del Prete e Dossena. Giocherà Belmonte o Bandinelli. Devo decidere perchè da quel lato possono fare male. La partita di domani è completamente diversa rispetto a quelle contro Brescia e Pro Vercelli. I sette punti in classifica del Foggia non devono trarre in inganno. Hanno perso tanti punti perché quando provi ad essere sempre offensivo e a giocare va così. Guarna è uno che tocca di più il pallone in fase di costruzione, dovremo andare a prenderli alti e dovremo avere coraggio. Se li lasciamo giocare, facciamo un assist. Dietro il Foggia è la difesa più battuta e possono concedere qualcosa. Come stile di gioco, il Foggia ricorda il Pescara e quindi dovremo essere bravi a fare noi il gioco. L'ambiente caldo dello Zaccheria deve stimolarci a fare bene. I ragazzi in settimana li ho visti concentrati e hanno dimostrato di capire il momento non facile. Ringrazio la società per il confronto in settimana, dobbiamo ripagare la loro fiducia. L'ultima partita (con la Pro Vercelli, ndr) è stata la partita dove abbiamo corso di più e questo deve farci riflettere. E' stato un problema mentale. Il primo tempo ci abbiamo capito poco, non ci hanno fatto giocare e dovevamo avere pazienza. Dopo 4' siamo andati sotto e questo ci ha condizionato. Domani chiunque scenderà in campo darà tutto e sono fiducioso."

Piccola battuta anche sullo spareggio tra Perugia e Acireale, disputato nel 1993 proprio allo "Zac" e terminato 2-1 per gli umbri: "Ricordo bene ogni istante di quella giornata. Ero giovanissimo, fu una specie di finale di Champions League."

Agostino Piacquadio