Italia, Buffon: "È la sconfitta di tutti"

Le parole del capitano
Le parole del capitano
- 23905 letture

A quasi sessant'anni dalla prima e ultima volta, l'Italia non si qualifica per i Mondiali. Contro la Svezia è arrivato solo un pareggio: 0-0. È la sconfitta sportiva di una Nazione intera che sancisce anche l'ultima partita in maglia azzurra di Gianluigi Buffon, capitano e simbolo di questa Nazionale.

Lo stesso Buffon si è presentato in lacrime ai microfoni di Rai Sport per analizzare questo pesante fallimento. Ecco le sue parole:

"Dispiace per tutti, non per me. A livello sociale e generale era qualcosa di fondamentale. Non sono in lacrime per me, perché prima o poi doveva finire, c'è il rammarico di aver giocato una partita come questa come ultima della mia carriera in Nazionale. Non è vero che abbiamo sottovalutato l'impegno, probabilmente però non siamo riusciti ad esprimere il meglio di noi per riuscire a segnare. Loro hanno giocato una partita identica a quella dell'andata, gli episodi sono stati a loro favore, ma questo vuol dire che qualcosa abbiamo sbagliato. Il futuro del calcio italiano c'è sicuro perché abbiamo orgoglio e forza, siamo testardi e capaci di rialzarci dopo brutte cadute come questa. Lascio una Nazionale di ragazzi in gamba, che faranno parlare di loro, come Donnarumma e Perin. Poi voglio dare un grosso abbraccio a chi mi è stato vicino in questi anni: Chiellini, Barzagli e Bonucci. Il Commissario Tecnico non è il colpevole di questa sconfitta, lo siamo tutti, come sempre avviene nel mondo del calcio".

Ignazio Silvestri