Il Napoli cade anche in Olanda: 2-1 Feyenoord, addio alla Champions

feyenoord
feyenoord
- 32606 letture

ROTTERDAM. Il Napoli esce sconfitto dallo stadio de Kuip contro il Feyenoord, che passa per 2-1 grazie al gol al 90’ di St.Juste. Sarri deve rinunciare ad Insigne, così in avanti insieme a Callejon e Mertens c’è Zielinski, mentre a centrocampo il toscano si affida ad hamsik Diawara ed Allan. Van Bronckhorst invece, deve rinunciare all’ultimo al terzino sinistro Nelom, al suo posto il giovane classe 99’ Malacia. In avanti tutto confermato, con Jorgensen al centro dell’attacco con Boetius e Berghuis.

Al 2’ minuto arriva subito il vantaggio del Napoli con Zielinski, che in seguito alla punizione di Diawara ed alla sponda di Albiol, risolve una mischia in area con una potente e precisa conclusione sotto la traversa che non lascia scampo a Vermeer. Il Napoli ora gestisce risultato e ritmi della partita, non rinunciando tuttavia ad azioni pericolose come quella del 18’, quando Mertens va solo contro Vermeer dopo uno scambio con Hamsik, ma il tiro del belga è respinto dall’estremo difensore olandese. Poco dopo è Callejon, ben imbeccato da Mertens, ad avere l’occasione per il raddoppio, ma Vermeer dice ancora di no: in seguito è la difesa a spazzare in extremis sull’accorrente Hamsik.

Al 33’ arriva il pareggio del Feyenoord, bravo Jorgensen a sfruttare un bel cross dalla destra ed uno stacco fuori tempo di Albiol per battere Reina e siglare la rete dell’ 1-1. Complice il doppio vantaggio dello Shaktar sul City, il Napoli sembra aver calato di intensità nella parte finale della prima frazione di gioco, così il primo tempo si conclude sul risultato di 1-1 senza ulteriori occasioni da rete. Ritmi blandi anche nella ripresa, nessuna azione degna di nota nei primi 15’ minuti, con le squadre giocano su un ritmo basso non avendo ormai quasi più nulla da chiedere a questa partita.

Al 76’ Ounas cerca e trova Mertens, ma il belga è chiuso da Tapia all’ultimo soffio, con il giocatore del Feyenoord che mette in calcio d’angolo. All’83’ rimane in 10 il Feyenoord per l’espulsione di Vilhena, che stende Ounas con un bruttissimo intervento in scivolata, rosso meritato per il 10 olandese. Al 91’ arriva la doccia fredda per gli azzurri, da calcio d’angolo St. Juste trafigge di testa Reina dopo una nuova distrazione di Albiol. Al termine dei 3’ di recupero termina così con una sconfitta l’avventura in Champions League del Napoli, che retrocede ai 16esimi di Europa League.

QUI IL TABELLINO

QUI LA CLASSIFICA FINALE

Enrico De Martino