Melara: "Sorteggio? Non mi interessa, vogliamo arrivare a Pescara"

Melara, Juve Stabia
Melara, Juve Stabia

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA). Autore del gol che ha aperto le danze al Romeo Menti nella scoppiettante sfida del secondo turno dei playoff di Serie C tra Juve Stabia e Virtus Francavilla, a fine gara in sala stampa Fabrizio Melara ha analizzato la sua prestazione e quella della squadra in vista del prossimo turno: "Questa sera credo che potevamo gestire meglio la partita, bisogna fare più attenzione in alcuni momenti della gara perchè nel prossimo turno sarà fondamentale non prendere gol in casa in ottica qualificazione. Inconsciamente dopo il due a zero un pò la squadra si è allungata, dovevamo gestire meglio il possesso palla, indubbiamente merito anche agli avversari ed a mister D'Agostino che ho conosciuto da calciatore, si è confermato persona preparata che ci ha messo in difficoltà soprattutto sugli esterni dove loro spesso creavano superiorità numerica".

Esperienza stabiese che entra nel vivo, a Castellammare non per chiudere la carriera ma per dare un contributo concreto alla causa: "Il Presidente ieri scherzando mi ha detto 'ma sei venuto qui in vacanza?', giustamente mi ha punzecchiato un pochino ed io cerco di rispondere in campo, credo che in questo momento devo semplicemente mettere minuti nelle gambe e riprendere confidenza con la partita, gare come quella di stasera sono quelle che mi piace giocare".

Sul due a zero diversi errori e troppa frenesia nelle giocate: "Abbiamo gestito male il possesso palla, loro ci aspettavano per poi ripartire in velocità, la facilità con cui riuscivamo ad andare in porta nei primi minuti ci ha un pò fregato, c'è stata troppa frenesia nelle giocate ed in due o tre ripartenze abbiamo forzato un pò troppo e ci siamo ritrovati a dover percorrere settanta metri di campo con la squadra decisamente allungata".

Dedica speciale per il gol che ha sbloccato la sfida: "Dedico il gol a mia moglie per il suo compleanno, me lo aveva anche chiesto, poi a mio figlio che era al campo. In primis però lo voglio dedicare a tutta la gente di Castellammare, vedere una cornice di pubblico come quella di questa sera per noi è importante. Col Francavilla è la vittoria del gruppo, dello staff, dei dirigenti, di tutti".

Sul sorteggio: "Sinceramente non mi interessa, un'avversaria vale l'altra, dobbiamo restare concentrati su noi stessi e continuare a lavorare come stiamo facendo. Il mister oggi ha scelto bene ma eravamo tutti pronti a scendere in campo per dare il nostro contributo, questa squadra ha valori importanti e tutti insieme vogliamo andare a Pescara, è l'obiettivo che ci siamo prefissati ma per raggiungerlo non possiamo mollare di un centimetro evitando qualche errore di frenesia commesso stasera, una squadra che gioca in casa ed è sul due a zero non può subire così tanto e deve saper gestire meglio il risultato".

Luigi Langellotti