Reggiana, Menichini: "Stabia favorito dalla classifica, noi dal cuore"

Leonardo Menichini, all. Reggiana
Leonardo Menichini, all. Reggiana
- 19483 letture

Leonardo Menichini, allenatore granata, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni alla vigilia dell’andata degli Ottavi dei Play Off tra Reggiana e Juve Stabia. Primo argomento il turno precedente superato in extremis grazie al 2-2 di rimonta con la Feralpi Salò: “Dopo il gol preso, a causa di una disattenzione, buona partita fino al pareggio, potevamo poi passare in vantaggio ma è arrivato il loro fortunoso sorpasso e ci siamo dovuti sbilanciare un po’, ma anche prima del 2-2 abbiamo creato buone palle gol. Nel complesso abbiamo reagito bene senza mollare mai, e con grande carattere abbiamo conquistato gli Ottavi. Molte squadre hanno perso in casa, niente è scontato in questi play off, dove i favori del pronostico contano ben poco”.

Sulle condizioni dei suoi uomini: “Condizione atletica deficitaria? Contro la Feralpi qualcuno ha finto i crampi per spezzare il ritmo, altri invece hanno faticato davvero – e sugli indisponibili - Pedrelli non dovrebbe recuperare; Marchi? E’ stato tanto fuori, valuteremo se impiegarlo ma va gestito bene”.

L’attenzione si sposta poi sulla sfida con i termali: “Dobbiamo vincere con la Juve Stabia. Squadra forte, con numeri importantissimi, terzo attacco e quinta difesa del campionato. Loro favoriti dalla classifica, noi dal cuore. Ho visto i miei giocatori allenarsi molto bene, consapevoli della forza dell’avversario ma anche delle nostre potenzialità, con due pareggi non passeremmo e quindi per forza di cose dovremo cercare a tutti i costi la vittoria. Più offensivi del solito con le vespe? Tutto è possibile ma sempre rispettando gli equilibri; dobbiamo forzare ma concedere troppi spazi potrebbe renderci la vita complicata. Con qualunque modulo scenderemo in campo abbiamo diverse possibilità di fare gol – e sul del match di ritorno - “Menti” fortino? I tifosi non giocano, anzi, l’eccessiva pressione del pubblico può stressare e far compiere degli errori; a prescindere dalla gente sugli spalti noi saremo in undici contro undici”.

Parla poi del tecnico gialloblè e degli elementi più pericolosi dei campani: “Conosco Carboni, ha un’ottima squadra a disposizione e sta cercando di trovare il vestito tattico più adatto ai suoi uomini, ma noi dobbiamo pensare in casa nostra. Ripa pericoloso in area di rigore, per lui parlano i suoi 15 gol, ho allenato Cutolo, hanno tanti interpreti importanti ma, pur rispettandoli, non dobbiamo temere nessuno”.

A proposito dei calciatori reggiani che hanno già vestito la maglia della Juve Stabia, ovvero Contessa, Ghiringhelli e Genevier:Gli ex? Magari avranno uno stimolo in più per togliersi qualche sassolino dalla scarpa o farsi rimpiangere dal loro vecchio club, ma voglio che l’impegno massimale sia dato da tutti e basti il fatto che si gioca una gara di play off per trovare motivazioni”.

Marco Esposito