Calciomercato in tempo reale

Portici "spaccato" in due, la politica crea pericolose frizioni

Foto Stadio San Ciro di Portici
Foto Stadio San Ciro di Portici
- 28356 letture

PORTICI (NA). Situazione sempre più intricata in casa porticese, la vicenda riguardante il nuovo diesse tiene banco in casa biancoazzurra ed emergono nuovi dettagli decisamente "pungenti". Secondo ambienti vicini al club ci sarebbe una vera e propria "spaccatura" in seno al direttivo porticese, un gruppo filo-politico capeggiato da Maurizio Minichino ed appoggiato da Pasquale Noia sembra aver deciso, e forzato poi tale decisione, di virare su Orabona.

Tale prassi ovviamente mette a rischio gli equilibri interni al Portici, negli ultimi due anni sotto la gestione sportiva Stiletti-Borrelli la società ha ottenuto risultati di rilievo e delegittimare tali figure al momento non sembra di certo la mossa migliore. La candidatura di Orabona dunque appare come un atto di forza imposto da una parte del direttivo, tra gli addetti ai lavori c'è stupore per la poca gratitudine mostrata nei confronti di chi ha reso in questi anni grande il Portici anche se la vicenda sembra tutt'altro che conclusa. 

Allontanare Stiletti, dopo un piazzamento playoff ed il double coppa-campionato, per certi versi mette in dubbio quanto fatto dal direttore sportivo, ed i tifosi, che hanno sempre apprezzato il lavoro e la persona in primis, attendono con ansia i risvolti di una vicenda che richiede la massima attenzione per non rovinare quanto raccolto in quest'ultimo biennio.

La politica sta spaccando il Portici, questa è la voce che circola da ambienti vicini al club, inoltre in questa fase della stagione risulta probabilmente più necessario pensare alle infrastrutture per non rischiare di giocare la prima parte del prossimo campionato lontano da Portici. Situazione dunque paradossale, toccare la direzione sportiva in questo modo è un atto che appare quantomeno azzardato e la scelta di mischiare politica e calcio non sta riscontrando particolari consensi.

In questo momento una parte del club sembra intenzionata a confermare chi ha reso grande il Portici, ovvero Stiletti e Borrelli, d'altra parte però c'è anche chi invece punta con decisione su Orabona. In entrambi i casi, una eventuale forzatura potrebbe indurre ad una spaccatura pericolosa per il futuro del club, scenario non auspicabile soprattutto per il bene del Portici e dei porticesi che finalmente possono godersi una squadra competitiva in Serie D.

La Redazione