Sarri: "La Viola ci crea difficoltà. Il Sogno scudetto è solo nostro"

Sarri
Sarri
- 39271 letture

In vista della sfida di domani sera al San Paolo contro la Fiorentina, il tecnico azzurro Maurizio Sarri interviene dalla sala stampa di Castelvolturno per fare il punto della situazione in casa partenopea: “ E’ un fatto statistico che contro la Fiorentina soffriamo, non a caso li nostro possesso palla contro di loro si abbassa. Hanno giocatori di grosse qualità, da Bernardeschi a Kalinic, che possono crearci problemi.  L’anno scorso sono stati anche primi in campionato, mentre quest’anno non so perché non si sono ripetuti”.

Sulla corsa al secondo posto e sugli stimoli per far bene nonostante la Roma: “ Quello che fanno i giallorossi a noi deve interessare relativamente, siamo a tre punti dal record storico e vogliamo raggiungerlo. Se riusciremo ad arrivare secondi bene, altrimenti avremo gettato delle basi dalle quali ripartire”.

Tante squadre si complimentano col gioco del Napoli, ma Ancelotti ha sottolineato come il fatturato sia base fondamentale per le vittorie di una squadra: “Dobbiamo riuscire ad essere pratici e ad ottenere anche risultati, siamo consapevoli di fare un bel calcio ma l’obiettivo deve essere vincere. Seguendo questa filosofia noi siamo consapevoli di poter dare il 100%, ma come ha detto Ancelotti, chi ha più soldi compra la macchina più lussuosa. E’ normale – sottolinea Sarri – che chi fattura un miliardo compra giocatori da 200 milioni e chi ne fattura 200 uno da 30: ed il giocatore da 200, non sempre ma spesso, è più forte di quello che ne vale 30…”.

Dopo il rinnovo di Mertens, anche quello di Ghoulam sembra più vicino, col giocatore che ha anche parlato di Scudetto per la prossima stagione: “ Sono contento e soddisfatto del rinnovo di Dries, è una pedina fondamentale per noi. Il gruppo poi ha valori importanti e crede in quello che propongo. Da parte mia cerco di essere sempre lo stesso, magari a volte sbaglio nella comunicazione e nella gestione, ma il grosso merito è dei ragazzi che vanno in campo”.

In chiusura, se la crescita difensiva mostrata nel girone di ritorno può essere una base per sognare lo scudetto il prossimo anno: “E’ vero abbiamo preso qualche gol in più dell’anno scorso, ma è anche vero che in questo campionato si segna di più. Come tiri subiti del resto non siamo molto dietro la Juventus, qualche errore si può limare, ma il nostro è un pacchetto arretrato in crescita. Il sogno Scudetto – conclude – deve rimanere nostro, sono eccezioni come quelle del Leicester di cui si parla molto, proprio perché succedono di rado. Il sogno c’è, ma deve rimanere solo nostro, noi lavoriamo perché si realizzi”.

Enrico De Martino