Incredibile nel Sannio, il commissario "Lupin" fa il colpo sul campo

Il Montesarchio al
Il Montesarchio al

Spiacevole episodio quello accaduto questo pomeriggio al "Pignatelli" di San Martino Valle Caudina, campo che ha visto affrontarsi il Montesarchio e la Virtus Liburia. Le due formazioni, infatti, insieme con il direttore di gara, sono state vittime di un clamoroso furto.

La storia è quantomeno singolare. Prima dell'inizio della partita si presentava sul campo un uomo che si qualificava alle squadre come commissario di campo e all'arbitro come dirigente della formazione di casa. Lo stesso effettuava sopralluoghi, dialogava con dirigenti e staff tecnici delle squadre e ha persino chiesto al portiere del Montesarchio, Duro, di cambiare i calzettoni per problemi cromatici. Insomma il signore in questione ha messo in scena una grande commedia. Lo stesso, poi, durante il primo tempo si introduceva in tutti e tre gli spogliatoi (casa, ospiti e direttore di gara) portando via tutto il contante che è riuscito a trovare.

A scoprire per primi la malefatta sono stati i calciatori ospiti i quali, in un primo momento, davano la colpa ai padroni di casa salvo doversi subito ricredere in quanto anche i calciatori del Montesarchio e l'arbitro avevano subito lo stesso "trattamento". Allertati immediatamente, i Carabinieri di San Martino Valle Caudina sono riusciti a rintracciare l'auto del ladro grazie alle telecamere di controllo del traffico e dalla targa stanno risalendo al proprietario della stessa. 

La speranza è che il malfattore possa essere presto assicurato alla giustizia per evitare altri misfatti simili che arrivano a turbare il tranquillo svolgimento di una partita di calcio.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:MONTESARCHIO VIRTUS LIBURIA