Benevento. Bucchi: "Dobbiamo ritrovarci dal punto di vista del gioco"

Mister C. Bucchi, Benevento
Mister C. Bucchi, Benevento

Conferenza stampa pre-partita per mister Bucchi alla vigilia dell'impegno contro lo Spezia: queste le parole del tecnico giallorosso ai media presenti in sala stampa:

"Quando ho detto che contro la Cremonese ho rivisto la mia squadra mi riferivo all'atteggiamento: dal punto di vista dell'attenzione è stata una gara giusta, abbiamo solo perso la concentrazione negli ultimi secondi.

Lo Spezia è forte ed ha grandi individualità, sono veloci e non hanno pressioni: verranno qui a giocarsela. Mi aspetto che la mia squadra si ritrovi dal punto di vista dei risultati e del gioco. Dobbiamo creare tanto, concedere poco e portare a casa punti.

Abbiamo trovato continuità perché se per tre mesi abbiamo fatto cose positive vuol dire che sotto questo aspetto siamo a posto; ovvio che nelle ultime due gare questo aspetto è venuto meno. Chi sta fuori non può essere contento ma, a 10 giornate dalla fine, ancor più di prima, conta solo la squadra e non il singolo. Per le scelte valuteremo di settimana in settimana in base anche all'impegno.

Il centrocampo è il reparto che ha subito maggiori cambiamenti nelle ultime gare per via di vari fattori. La quadra l'abbiamo trovata ma ovviamente poi si fanno delle scelte che possono andare bene o male a seconda delle partite e dei risultati che si ottengono. Le valutazioni le facciamo con logica: dobbiamo essere bravi a sfruttare al meglio le caratteristiche di ognuno in base al bisogno. Non dobbiamo esaltarci per una vittoria come quella ottenuta contro il Pescara così come non dobbiamo abbatterci dopo due sconfitte.

Non credo che sia un problema di personalità ma credo che in un campionato chiunque possa sbagliare due partite. A Cremona si è giocato su un campo quasi impraticabile contro una squadra che ha rinunciato ad attaccare fin da subito: sapevamo sarebbe stata una partita brutta. Non dobbiamo buttare tutto al vento per una partita o due. Certo perdere non fa piacere a nessuno: ci metto io la faccia ma lasciamo lavorare i ragazzi con serenità. 

Caldirola è migliorato e sarà valutato dallo staff medico dopo l'allenamento e quindi decideremo se schierarlo domani. Tuia verrà valutato dopo lo Spezia per capire se sarà disponibile contro l'Ascoli; Costa, invece, tornerà in gruppo alla ripresa degli allenamenti dopo la gara di domani.

Quando giocammo contro il Perugia era un momento molto diverso da quello di adesso: oggi abbiamo trovato il nostro gioco, a volte riusciamo a farlo altre no. Quella contro lo Spezia è una gara da preparare come tutte le altre. Nelle ultime due partite ci è mancato il coraggio di creare il gioco, cosa che contro il Pescara avevamo fatto benissimo.

Viola a Cremona ha giocato perché lo meritava e non perché si dovevano dare risposte di un certo tipo. La scelta è stata dettata dalle qualità dello stesso Viola e da quelle dell'avversario oltre che per far tirare il fiato a qualcuno. A questo punto della stagione nessuno deve dimostrare niente.

A questo punto del campionato la differenza la fanno i dettagli: non si può sbagliare nulla perché le gare sono sempre di meno ed i punti sempre più pesanti. Dobbiamo sfiorare la perfezioni anche se perfetti non lo saremo mai: l'importante è l'atteggiamento volto ad ottenere il massimo. Siamo consapevoli che si può migliorare ancora e lo faremo.

Stiamo lavorando anche sulla carenza di gol: all'inizio ne prendevamo troppi e abbiamo trovato i giusti correttivi, lo faremo anche per l'attacco".

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO