Benevento. Bucchi: "Io in discussione? Sono sereno, credo nel lavoro"

Mister C. Bucchi, Benevento
Mister C. Bucchi, Benevento

Mister Bucchi è scuro in volto al momento di parlare ai giornalisti nella sala stampa del "Vigorito" dopo la sconfitta maturata contro lo Spezia per 2-3:

"L'episodio in ogni partita è determinante specie verso la fine della stagione. Siamo passati in pochi minuti da un possibile 2-1 per noi al 3-1 per loro. Loro sono una squadra che gioca in velocità e nel primo tempo li avevamo limitati bene creando anche molto. La prima volta che sono entrati in area ci hanno punito, bravi noi a rimetterla a posto. Nella ripresa ci siamo creati l'occasione per passare in vantaggio: l'episodio purtroppo ha indirizzato la partita visto che Coda ha sbagliato. Dopo il 3-1 abbiamo perso lucidità e commesso tanti errori, espulsione di Volta compresa. Abbiamo fatto il 3-2 all'88' con 7' ancora da giocare: magari con più lucidità avremmo potuto rimetterla a posto. 

Nelle ultime due partite siamo ricaduti negli errori che commettevamo in passato: oggi abbiamo preso tre tiri in porta e tre gol. Sul primo e sul secondo gol ci sono state due triangolazioni con la nostra difesa schierata: non si possono commettere certi errori. In questo momento ogni minimo errore lo paghiamo e facciamo fatica a concretizzare le nostre occasioni, anche quelle nitide come un rigore.

Noi narcisi? Io ho sempre chiesto ai miei giocatori di provare la giocata anche quando complicata. Il problema è quando ci complichiamo la vita nella costruzione del gioco: questo è sbagliato. Abbiamo subito 6 gol in 3 partite a prescindere dal come e dal quando e questo non ci capitava da molto. La fragilità che stiamo dimostrando ci riporta un po' al girone di andata: speravamo di esserci definitivamente messi alle spalle quel periodo. Dobbiamo ritrovare la fluidità di manovra che ti permette di vincere contro avversari chiusi. Dobbiamo essere più solidi, se poi siamo anche spettacolari meglio ma l'importante è la solidità come oggi fino all'1-1. La abbiamo interpretata bene per 55/60 minuti poi ci siamo smarriti. 

Sappiamo di avere calciatori che per caratteristiche ci danno qualcosa e ce ne tolgono altre ma oggi siamo mancati di continuità come negli ultimi 14 giorni: dobbiamo ritrovare fiducia perché oggi sul 3-1 siamo tornati indietro ad ottobre quando tutto ci sembrava negativo. 

Il cambio di Armenteros lo avevo deciso a prescindere per dare un segnale alla squadra dopo il rigore fallito per provare comunque a vincerla. Poi nel momento del cambio abbiamo preso gol e non cambiato idea. Come si gestisce questo momento? Con serenità sicuramente perché dobbiamo preservare quanto di buono fatto fino ad ora. Dobbiamo ottimizzare quanto ci capita senza concedere occasioni: se lo facciamo portiamo a casa risultati, altrimenti come oggi si perde. Il percorso fatto resta valido ma sapevamo che cambiando tanto quanto abbiamo cambiato noi avremmo comunque avuto delle difficoltà. E' un progetto pluriennale senza l'ossessione di vincere: noi non abbiamo l'ossessione ma di sicuro la voglia di vincere c'è. Ricorso come il Livorno? Non ne abbiamo parlato. 

I rigorista da questa estate è Coda e poi ci sono altri calciatori che sanno tirare i rigori. Se Coda ha deciso di calciare si è assunto la responsabilità; avesse tirato Insigne e sbagliato lui ce la saremmo presa con lui. Massimo oggi se l'è sentita, l'ha sbagliato e ci dispiace: avesse segnato staremmo parlando di altro. Sono cose che fanno parte di una partita.

Non ho ancora parlato con nessuno della società perché preferiamo sempre farlo a mente fredda. Il mancato ingresso di Asencio è solo una scelta tecnica così come lo è stata per altri calciatori: oggi servivano caratteristiche diverse dalle sue come quelle di Armenteros. Sentirmi in discussione? Sono un allenatore, lo siamo sempre: il primo a mettersi in discussione sono io. Credo tanto nel lavoro che faccio e vivo il momento con serenità. Non mi sento in discussione oggi più di quanto non mi sia sentito in passato".

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO SPEZIA