Equivoco chiarito. Il tifoso Apicella ringrazia la società Benevento - I AM CALCIO ITALIA

Equivoco chiarito. Il tifoso Apicella ringrazia la società Benevento

Stadio "Ciro Vigorito"
Stadio
CosenzaSerie B

Un equivoco chiarito. I tifosi diversamente abili del Cosenza potranno tranquillamente assistere alla gara Benevento-Cosenza in programma sabato 22 settembre alle ore 15:00 presso lo stadio "Vigorito". E' lo stesso tifoso rossoblu Fabio Apicella, che ieri aveva sollevato la problematica con un post su Facebook, a comunicare che è stato contattato direttamente dalla società campana, la quale ha chiarito una volta per tutte l'equivoco e ha assicurato che non ci saranno problemi d'accesso allo stadio per le persone diversamente abili.

Questo il testo del post riportato sul suo profilo Facebook dal tifoso cosentino:

Premessa IMPORTANTE: Nessuna colpa alla tifoseria Beneventana, nessuna critica alla Società Benevento Calcio, sono organizzazioni a livello locale/comunale che non rientrano nelle mie competenze e nella mia riflessione di stamattina, che dopo aver parlato intorno alle 11,00 con un addetto (tra l’altro molto gentile) della società medesima, venivo a conoscenza dell’impossibilità di entrare nel settore ospite, per partecipare ad un incontro di calcio, (Benevento-Cosenza), ne tantomeno in quello riservato per ragioni poco comprensibili (obbligo di residenza nella città ospite). Una cosa deve essere chiara: siamo arrivati sulla luna, dobbiamo arrivare TUTTI ad abbattere una volta per tutte le barriere architettoniche !!!!Diversamente abili non vuol dire “essere diversi” dinanzi agli altri. Io personalmente non nasco “disabile” ma qualche anno fa in seguito ad un incidente sono rimasto “leggermente disabile” e questo a volte mi ha permesso di percepire quale siano oggi nel nostro paese Italia le “difficoltà” che incontrano le persone sopra menzionate. Ho rispetto per tutti, ma combatto per averne altrettanto per costruire una società migliore per i nostri figli, per la NOSTRA futura generazione! Ringrazio pubblicamente la Società Benevento Calcio per aver chiarito l’equivoco della telefonata odierna anche grazie al lavoro sinergico tra le questure di Cosenza e di Benevento, intervenute tempestivamente attraverso la collaborazione tra gli uomini del GOS. Un plauso particolare alla pazienza ed alla comprensione che i miei amici “a rotelle” hanno mirabilmente dimostrato affrontando la questione a testa alta e mente lucida!! La crescita di un popolo si misura dalla crescita della propria nazione e dall’eguaglianza sociale che ha saputo costruire.

Lo sport deve UNIRE, non DIVIDERE.

 

Francesco Modaffari

Leggi altre notizie:COSENZA Serie B