Acireale, Chiavaro annuncia: "Tuninetti via. In arrivo Outtara" - I AM CALCIO ITALIA

Acireale, Chiavaro annuncia: "Tuninetti via. In arrivo Outtara"

Serie D
Serie D
CataniaCalcioMercato

Il 2 dicembre scorso ha ufficialmente aperto i battenti la sessione di mercato per quanto concerne il panorama calcistico dilettantistico, occasione preziosa per le varie società per riuscire a mettere a posto alcune situazione e viaggiare così spediti verso l’obbiettivo stagionale prefissato. Intervenuto sul tema nel corso del tradizionale appuntamento settimanale di Casa Granata, il direttore dell’area tecnica dell’Acireale, Agatino Chiavaro, ha fatto il punto della situazione: “Stiamo lavorando alacremente per rinforzare l’organico, in particolare per offrire al nostro tecnico maggiori soluzioni essendo la nostra una rosa un po’ corta. Una premessa, però, mi corre l’obbligo farla: noi siamo molto contenti di quanto fatto fino ad ora dalla squadra, sia a livello di singoli che di collettivo, per cui non è mai facile in questi casi migliorarsi”.

Capitolo uscite: novità importanti sono state rese pubbliche dal dirigente granata ieri, su tutte ha tenuto banco il “caso Tuninetti”, perno del centrocampo acese. A tal proposito, così si è espresso il direttore: “L’esclusione domenica scorsa di Tuninetti? Il giocatore è in un uscita. E’ stato parecchio sfortunato in questa stagione per via dell’infortunio subito un mese e mezzo fa, sebbene sia in ripresa e gli auguriamo il meglio. A malincuore, a volte, occorre fare delle scelte ma preciso che la motivazione principale non si lega alle sue condizioni fisiche. Oltre a lui, non faranno più parte della rosa Chiacchio, rientrato alla Casertana e probabilmente qualche altro ragazzo under. In settimana, invece, avevamo già interrotto il rapporto di comune accordo con Ferrara.

Capitolo arrivi: anche in ordine alle operazioni in entrata, si registrano significative novità, tra tutte la notizia tanto attesa dai tifosi acesi, vale a dire quella relativa al nuovo attaccante: “Le voci su Outtara? E’ una trattativa reale, anzi se tutto va bene dovrebbe già firmare nelle prossime ore. E’ un giocatore importante che abbiamo già cercato nel recente passato prima che la spuntasse il Taranto, un centravanti completo con ancora ampi margini di miglioramento essendo molto giovane". Restando in argomento rinforzi, tuttavia, sembra essere quello di centrocampo il reparto maggiormente sotto la lente di ingrandimento in questa breve ma intensa finestra di mercato, seppur il dirigente in questo caso non si lascia sfuggire nomi: “Tenuto conto dell’addio di Tuninetti e della mancata possibilità, per i noti problemi burocratici, di tesserare il brasiliano Joao Pedro, nonché dell’età media piuttosto bassa dei ragazzi che ricoprono quel ruolo, proveremo a fare qualche operazione in più in mezzo al campo”.

Infine, uno sguardo Chiavaro lo rivolge al futuro, ribadendo l’importanza di dare continuità su più fronti al progetto Acireale e testimoniando ancora una volta l’unione di intenti in società: “Ci tengo a precisare che qualsiasi operazione verrà sempre fatta con la massima oculatezza nel rispetto di un budget che ha dovuto anche sopperire, è bene ricordarlo, al risanamento economico del club e guardando già da ora al domani, anche da un punto di vista squisitamente tecnico, perché il nostro è un progetto pluriennale, ragione per cui è essenziale costruire anticipatamente le basi per la squadra della prossima stagione, in parte già poste.”

Smentite, inoltre, le voci , di un addio del fantasista argentino Rizzo nonché dell’arrivo dell’esperto Tiscione mentre resta incerta la posizione dell’attaccante senegalese Diop. Sarà stato davvero il gol dell’addio, come da più parti vociferato, quello siglato domenica scorsa e valso il due a zero contro il Corigliano? Chi vivrà, vedrà.

Articolo a cura di Antonino Leonardi

La Redazione

Leggi altre notizie:ACIREALE CalcioMercato