Benevento. Inzaghi: "Se giochiamo come a Venezia siamo proprio tosti" - I AM CALCIO ITALIA

Benevento. Inzaghi: "Se giochiamo come a Venezia siamo proprio tosti"

Mister F. Inzaghi, Benevento
Mister F. Inzaghi, Benevento
BeneventoSerie B

Giorno di conferenza stampa per mister Pippo Inzaghi alla vigilia del match in notturna contro il Trapani che sarà ospite al "Vigorito" con fischio di inizio alle ore 21. Queste le parole del tecnico giallorosso ai media:

"Mancheranno solo Volta e Basit. Fa piacere avere quasi tutta la rosa a disposizione. Spero di recuperare Volta per il Livorno. Poter scegliere tra diversi calciatori in questo momento del campionato è positivo per me. 

Il Trapani è reduce da 7 punti nelle ultime tre gare e, in questa mini-classifica, sarebbe primo insieme a noi. Ha recuperato calciatori importanti ma noi abbiamo il vantaggio di avere una classifica migliore. In molti ci "guferanno". Per chi qualche mese fa ci criticava siamo diventati improvvisamente imbattibili. Noi vogliamo come sempre fare una grande partita. Il Trapani ha giocatori come Evacuo, Biabiany e Pettinari che, ad esempio, contro il Chievo hanno fatto benissimo. Spero ci sia tanta gente allo stadio. Ci saranno anche momenti difficili ma se resteremo sempre uniti si potranno raggiungere risultati importanti.

E' ovvio che io abbia dubbi visto come si stanno allenando i ragazzi: meriterebbero di giocare tutti. Basta vedere l'impatto sulla partita che hanno avuto a Venezia Tello, Improta e Insigne: vederli entrare in quel modo dalla panchina è per me motivo di grande gioia.

Se adottiamo il 4-2-3-1 giocherebbe Improta ma non Sau. Tello per me è una mezzala, gioca bene in quel ruolo ma nel 4-4-2 gioca da esterno offensivo. Dovesse scendere in campo sarà quello il suo ruolo.

I ragazzi sono molto motivati: si allenano bene e non c'è appagamento. Qualora vedessi appagamento lascerei a casa chi si sentisse così.

Possiamo crescere ancora quanto a fame ed in alcune situazioni che si verificano nel corso di una partita. Molte gare, che abbiamo tenute aperte fino alla fine, si potevano chiudere prima. Quella di Venezia è stata la miglior partita giocata fino ad ora: stiamo diventando tosti. Era un bel banco di prova e vorrei vedere la stessa gara da parte dei miei anche domani sera.

La mia scelta di venire qui si basa sul fatto che credo nel progetto del Benevento. Credo nella squadra e in un D.s. che capisce di calcio. Il presidente ha confermato le ottime impressioni che avevo avuto su di lui. Ho trovato un ambiente giù di morale ma che ha lavorato bene fin dal primo momento. Col Monza giocammo troppo spregiudicati e capii che serviva più equilibrio. Dalla gara col Pisa non ci siamo più fermati e vogliamo continuare su questa strada".

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie B