Lazio, ottima prova: apre Correa ma è pareggio a Bruges - I AM CALCIO ITALIA

Lazio, ottima prova: apre Correa ma è pareggio a Bruges

Inzaghi, tecnico della Lazio
Inzaghi, tecnico della Lazio
ItaliaChampions League

Un punto a testa tra Club Brugge e Lazio. La compagine biancoceleste in piena emergenza per la rosa dimezzata e senza Immobile e Luis Alberto impatta in Belgio contro una squadra ben messa in campo e in uno stato di forma positivo. Francesco Acerbi, prima del fischio d'inizio, aveva dichiarato: "Daremo il massimo nonostante l'emergenza". Detto, fatto: gli aquilotti sono scesi in campo determinati dal primo minuto guadagnando un ottimo pareggio.

Correa, sin dalle prime battute, si mostra pericoloso e propositivo. La prima occasione è proprio dell'argentino ma il tiro risulta debole e viene parato senza troppi problemi da Mignolet. Il Tucu non demorde e raccoglie un ottimo assist di Marusic, insaccando la palla in rete per il vantaggio Lazio al 13' minuto. I ragazzi di Simone Inzaghi giocano bene in verticale mettendo in serie difficoltà la retroguardia del Club Brugge. Dopo il colpo di testa di Caicedo, i padroni di casa provano a reagire ma De Katelaere spreca tutto da ottima posizione dopo la discesa dalla destra di Diatta. La Lazio è ben messa in campo, annullando ogni tentativo del Brugge. Un braccio di Patric, grazie all'ausilio del Var, consente un penalty ai padroni di casa che trasformano con Vanaken la rete del pareggio. La seconda frazione vede protagonista proprio quest'ultimi ma la Lazio da la sensazione di essere in partita e di poter far male in qualsiasi momento. Il nigeriano Dennis al 52' ha la ghiotta occasione di completare la rimonta ma Reina è bravo a rispondere presente deviando in angolo. Sempre l'esperto portiere spagnolo compie una prodezza su colpo di testa di Rits, lo stesso dicasi di Mignolet al 77' su Milinkovic Savic.

Nel finale c'è il forcing del Brugge ma la Lazio è compatta e porta a casa un punto prezioso. Una buona prova per i biancocelesti, dunque, che hanno saputo anche soffrire ma, tutto l'ambiente era consapevole delle difficoltà. Quattro punti in due partite è un buon bottino per Simone Inzaghi che, ovviamente, lavorerà in settimana per ovviare alle piccole distrazione dei suoi nell'arco dei 90'. La trasferta di Torino contro i granata è alle porte e servirà ancora una prestazione di spessore per vincere contro un avversario ferito a caccia di riscatto per l'inizio in salita. 

Agostino D'Angelo

Leggi altre notizie:CLUB BRUGES LAZIO Champions League