Coppa Italia: rigori fatali al Crotone. Passa la Spal - I AM CALCIO ITALIA

Coppa Italia: rigori fatali al Crotone. Passa la Spal

Un momento della gara Ph. Spal
Un momento della gara Ph. Spal
ItaliaCoppa Italia

La Spal accede al quarto turno di Coppa Italia dove affronterà il Monza. Eliminato il Crotone, dopo la lotteria dei calci di rigore. Fatali ai calabresi gli errori di Crociata e Cigarini.

Stroppa, rispetto alla formazione di Cagliari, schiera otto giocatori nuovi dando spazio a chi finora ha giocato meno. Marino, invece, arriva in Calabria con soli 19 giocatori tra cui 6 della primavera e un Viviani in non perfette condizioni tanto da essere costretto ad abbandonare la contesa dopo soli 13’ dal suo ingresso.

Parte forte il Crotone, al 6’ Simy dal limite dell’area chiama Thiam, ottima la sua prestazione, alla deviazione in angolo. Quattro minuti dopo è ancora il portierino ospite a deviare la conclusione di Vulic. Pericolosissimo il Crotone al minuto 11’ con Cuomo che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, colpisce di testa il palo. 

Rossoblù ancora pericolosi al 20’ assist di Eduardo per la testa di Siligardi, palla che sorvola la traversa. 

Gli ospiti soffrono ma al 29’ sfiorano il vantaggio con un destro al volo di Sernicola, imbeccato da Ranieri che sfiora il palo. Tre minuti dopo, strattonata in area di Marrone e Vulic ai danni di Moro. Marchetti fa proseguire tra le vivaci proteste dei giocatori ospiti. Al 34’ cross di Sernicola per la testa di Murgia che dal vertice dell’area piccola non trova lo specchio della porta di un nulla.

Il primo tempo si chiude con il violento sinistro di Siligardi che Thiam blocca a terra sul primo palo.

Stroppa, ad inizio ripresa, inserisce Pereira, Crociata e Messias al posto rispettivamente di Reca, Vulic e Simy. Marino sostituisce Tunjov con Sala. 

Straordinario Festa al 5’ a salvare i suoi prima opponendosi alla punizione di Salvatore Esposito e poi deviando in angolo la successiva conclusione dal limite di Sernicola. Estiensi ancora pericolosi al 56’con Spaltro che calcia alto da buona posizione.

Meglio la Spal in questo avvio di ripresa, il Crotone si fa vedere in avanti al 71’ con Messias, Thiam è ancora una volta attento. Il finale di gara vede le due squadre più guardinghe, prima del triplice fischio si registra il colpo di testa di Messias, imbeccato da Molina, che sfiora la traversa. Finisce 0-0 che costringe le squadre ai supplementari. Nel primo dei due tempi succede poco anche se il Crotone rischia di passare allo scadere con una punizione di Cigarini, dalla lunetta, sulla quale Thiam si supera e salva in angolo. La gara si sblocca al minuto 109’ quando Speltro stende Messias in piena area costringendo il sig. Marchetti a decretare la massima punizione che Cigarini trasforma con un tiro centrale. Reagisce subito la Spal con il cross di Sarnicola per la testa di Sebastiano Esposito, palla sul fondo. La Spal ci crede e trova il pareggio al 114’: Sebastiano Esposito difende palla e serve sulla sinistra Seck che supera Festa con un rasoterra a fil di palo. La Spal non molla e per poco non la ribalta: minuto 118’cross di Salvatore Esposito per la testa di Sernicola che colpisce il palo.

Si va ai rigori, Festa para il rigore di Sala, ma il protagonista è Thiam che para i tiri di Crociata e Cigarini consegnando, di fatto, la qualificazione alla formazione di Marino.

IL TABELLINO DELLA PARTITA

Celestino Ieronimo

Leggi altre notizie:CROTONE SPAL Coppa Italia