Pro Sesto corsara, De Respinis nella ripresa punisce la Pro Vercelli - I AM CALCIO ITALIA

Pro Sesto corsara, De Respinis nella ripresa punisce la Pro Vercelli

De Respinis sigla il rigore dello 0-2
De Respinis sigla il rigore dello 0-2
VercelliSerie C Girone A

Nessun dubbio che quella tra Pro Vercelli Pro Sesto sia uno scontro al vertice, forse il più importante dell'intero 12° turno dopo che il Renate, vincendo di misura con l'Alessandria (2-1), si è proiettato in vetta alla classifica sopravanzando proprio i "bicciolani" di Modesto. I vercellesi cercheranno di rispondere ai brianzoli ma solo una vittoria con la formazione dell'ex Novara Parravicini potrà permettere ai piemontesi di ripresentarsi davanti a tutti, per di più con una gara da recuperare rispetto alle più dirette avversarie. Gemellate le tifoserie delle due compagini che tuttavia, a causa delle restrizioni dovute al Covid-19 che impediscono la disputa delle manifestazioni a "porte aperte", saranno ugualmente assenti al "Silvio Piola" di Vercelli per questa gara di cartello.

Reti intonse Sono speculari i due moduli scelti dai tecnici per schierare le proprie squadre, che si affidano alla difesa a tre che in fase di ripiegamento si ricompatta velocemente a formare una linea di cinque uomini per sostenere due formazioni che si esprimono con atteggiamento prettamente offensivo. La Pro Vercelli, forte della titolarità del campo di casa, assume l'onere di fare la partita e di creare le prime occasioni da gol: al 6' Hristov svetta in area su azione d'angolo ma non riesce a colpire in maniera pulita, con la palla che viene allontanata dalla difesa milanese. La pressione dei padroni di casa è costante e all'11' è Clemente a caricare dal limite colpendo il corpo di Franco che si immola per la causa; sulla punizione susseguente dalla destra Zerbin cerca la testa di Comi che incorna senza inquadrare lo specchio. La Pro Sesto fatica ad uscire in maniera pulita dalla propria metà campo patendo il pressing imposto dall'undici di Modesto e solo al 21' si presenta dalle parti di Saro per un grave errore dei padroni di casa che mettono in movimento Mutton sul quale si supera in uscita il portiere vercellese. Le cose migliori la Pro Vercelli le crea sfruttando i calci da fermo, siano essi angoli con Comi che fa a spallate con la difesa ospite o punizioni come quando al 31' Rolando Eugio chiama al volo plastico Livieri. Nonostante il predominio territoriale la Pro Vercelli non trova le giuste linee per sfondare e, sprecato un quattro contro quattro sulla sirena del riposo, ritorna negli spogliatoi con qualche rimpianto ma anche la consapevolezza che la palla migliore è stata appannaggio della Pro Sesto.

De Respinis la vince dalla panchina Modesto butta subito nella mischia Graziano in luogo del poco incisivo Nielsen mentre Parravicini risponde dopo pochi minuti puntando su Cominetti per Franco nel tentativo di alzare il baricentro della squadra ma nella realtà lo sviluppo del gioco in campo non cambia poi molto con un primo quarto d'ora che non offre spunti di cronaca se non un tiro sull'esterno della rete di Clemente (11'). Palesi sul fronte opposto ci prova al 20' direttamente su punizione e da posizione defilata, non creando pericoli alla retroguardia della Pro Vercelli, ma è Zerbin a raccogliere la palla prolungata di testa da Comi per sparare dal limite un minuto dopo, senza inquadrare lo specchio difeso da Livieri. Il primo tiro tra i pali della ripresa è datato 24' quando Comi spara dalla distanza trovando pronto alla parata a terra Livieri ma è un'occasione che suona la carica per i piemontesi che intensificano la presenza nella metà campo avversaria; al 29' ancora Comi svetta in area chiedendo a gran voce il tocco di mano di un avversario in piena area di rigore, ignorato dal direttore di gara che lascia correre. Arriva così quasi a sorpresa il gol degli ospiti che sfruttano il primo calcio d'angolo, concesso da Hristov che rischia addirittura l'autorete: la palla giunge a Scapuzzi che calcia verso la porta, il rimpallo favorisce De Respinis che controlla e fredda sotto misura Saro (36'). E' una doccia gelata per la Pro Vercelli che si riversa nella metà campo avversaria ma offre il fianco alle ripartenze ospiti con Cominetti che scappa in campo aperto al 38' inseguito da Iezzi che appena giunto in area va a contatto con l'avversario che non fa niente per restare in piedi: rigore di cui si incarica ancora De Respinis che attende il movimento di Saro per depositare la palla centralmente, 0-2. Tardivi i cambi di Modesto che sbilancia la squadra nel tentativo di riaprire la partita ma alla Pro Vercelli non bastano neanche i cinque minuti di recupero per evitare la prima sconfitta stagionale al "Piola" che allontana la vetta in attesa del recupero.

PRO VERCELLI-PRO SESTO 0-2

Reti: 36'st De Respinis, 39'st De Respinis rig.

Pro Vercelli (3-4-3): Saro; Hristov (40'st Padovan), Masi, De Marino; Clemente (40'st Romairone), Nielsen (1'st Graziano), Emmanuello, Iezzi; Rolando Eugio, Comi, Zerbin. A disposizione: Tintori, Rodio, Auriletto, Della Morte, Blaze, Borello, Erradi, Carosso, Petris. All. Modesto.

Pro Sesto (3-4-3): Livieri; Pecorini, Caverzasi, Bosco; Giubilato, Gattoni, Di Munno (31'st Maffei), Franco (6'st Cominetti); Palesi, Mutton (31'st De Respinis), Scapuzzi (44'st Parrinello). A disposizione: Del Frate, Maldini, Ntube, Miscioscia, Costa, Murati, Pelle. All. Parravicini.

Arbitro: Rutella di Enna. Assistenti: Cortese di Palermo e Poma di Trapani.

Note: Ammoniti Comi per la Pro Vercelli, Franco, Palesi, Pecorini, Di Munno e il tecnico Parravicini per la Pro Sesto.

Carmine Calabrese