Sorrento-Taranto, vittoria netta firmata Santarpia-Corado-Diaz - I AM CALCIO ITALIA

Sorrento-Taranto, vittoria netta firmata Santarpia-Corado-Diaz

Stadio Italia di Sorrento
Stadio Italia di Sorrento
TarantoSerie D Girone H

Una vittoria di spessore da parte del Taranto sul campo del Sorrento, nell'anticipo della 21°giornata di Serie D Girone H. La compagine allenata di Giuseppe Laterza ha mostrato cinismo e concretezza sotto porta, portando a casa una vittoria netta di 3-0, firmata dai suoi tre giocatori più offensivi: Santarpia, Corado e Diaz. In attesa della domenica calcistica, i rossoblù si portano momentaneamente in testa e attendono il recupero contro la Fidelis Andria

Il Sorrento parte subito forte e, dopo pochi minuti, si vede annullare un goal di La Monica, falloso nell'occasione nei confronti del difensore del Taranto, Rizzo. Il Delfino ingrana la marcia nel verso giusto e al 24' passano in vantaggio con Santarpia, bravo a raccogliere un pallone dalla destra e insaccare la sfera alle spalle dell'estremo difensore di casa. Il match viene controllato dal Taranto, il Sorrento prova a spingersi in avanti ma la difesa avversaria sa chiudersi bene con molta attenzione. A pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco, Ferrara mette un bel pallone al centro dell'area del Sorrento e trova l'incornata di Corado, all'esordio con la maglia rossoblù. Un inizio promettente da parte dell'attaccante argentino.  Nel secondo tempo, i campani provano a riaprire i giochi ma Diaz spegne ogni speranza: ancora Ferrara serve Diaz e l'attaccante mette in rete il sigillo numero tre del match. Gara in cassaforte e bottino pieno del Taranto

Il Delfino vola al primo posto con una prestazione convincente su tutti i punti di vista. Il primo dato importante è il clean sheet di Ciezkowski, che conferma l'ottima prova contro la Puteolana, controllando il reparto e facendosi trovare pronto sulle poche occasioni da parte del Sorrento. La difesa si è comportata piuttosto bene, mostrandosi piuttosto ispirata. Basti osservare i due assist serviti da Ferrara per citare un aspetto. A centrocampo l'esperienza di Matute non ha fatto rimpiangere la fisicità dello squalificato Diaby, mentre Marsili si è dimostrato il vero faro di questa squadra: attento, regista ordinato e atteggiamento da capitano vero. Santarpia conferma le sue doti tecniche e si presenta come un under davvero promettente, mentre la scelta di Laterza di schierare la coppia d'attacco dall'inizio - Diaz e Corado - paga con due reti. Una nota di merito, dunque, va a Giuseppe Laterza che, nonostante abbia schierato una formazione all'apparenza offensiva, si è dimostrato un grande equilibratore. Marsili e Matute sono stati letteralmente due muri insuperabili e così facendo la fantasia di Santarpia e la vivacità di Guaita hanno avuto ampie libertà d'espressione facilitando il killer instinct di Diaz e Corado.  

Agostino D'Angelo