Marconia, la parole di mister e dirigenza per il passaggio in Coppa - I AM CALCIO ITALIA

Marconia, la parole di mister e dirigenza per il passaggio in Coppa

Elettra
Elettra
MateraCoppe

Chiamale, se vuoi, emozioni. L’Elettra Marconia si regala la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia e archivia la sconfitta casalinga patita per mano del Latronico.Prova granitica e di sostanza dei rossoblù che, tra le montagne del Pollino, si trasformano in lupi e conquistano un pari preziosissimo nella tana del Castelluccio. Il “Vulcano” diventa il teatro di una prestazione di grande sostanza da parte dell’Elettra che rimonta gli avversari in ben due circostanze e tiene botta all’assalto finale.Tra le tante note positive del mercoledì di Coppa Italia, l’esordio dal 1’ del baby Manuel Lamusta, il rientro in campo di Simone Casalaspro, impiegato nella ripresa a rinforzo della retroguardia, il ritorno di capitan Giannantonio e una ritrovata sintonia tra i reparti che ha trascinato l’Elettra alla storica qualificazione.

“Così come contro il Latronico, anche a Castelluccio siamo venuti per imporre il nostro gioco – commenta mister Antonio D’OnofrioHo deciso di giocarmi le chance di passaggio del turno in maniera spregiudicata, inserendo tre mezze punte e De Olivera lì davanti. Anche contro il Castelluccio abbiamo commesso i soliti errori, ma ho apprezzato la mentalità della squadra che non si è disunita nei momenti difficili e ha saputo reagire attraverso il gioco. Dopo la prestazione di Montescaglioso, probabilmente ci sentivamo appagati. Eppure ai ragazzi dico sempre che quando perdiamo impariamo, quando vinciamo non dobbiamo esaltarci, ma continuare sulla nostra strada. Da domenica ho una ferita aperta e mi piacerebbe concludere questa settimana anomala cercando di riproporre il nostro gioco anche contro il Matera. Lo dobbiamo a noi stessi e alla nostra gente”.

Il presidente Salvatore Borraccia ha voluto complimentarsi con la squadra per il passaggio del turno in Coppa Italia: “È questo lo spirito giusto. Determinazione e voglia di superare qualsiasi ostacolo, al cospetto di una squadra ferita e con ottimi valori tecnici. L’Elettra ha dimostrato di essere un gruppo valido, unito e capace di soffrire. La qualificazione ci ripaga dei tanti sacrifici che stiamo compiendo e ci permette di guardare con grande positività ai prossimi impegni di stagione. A Castelluccio ho visto una squadra attenta e in grado di saper soffrire nei momenti topici dell’incontro. Ripartiamo da questa bella prova e cerchiamo di toglierci belle soddisfazioni anche in campionato”.

Soddisfatto anche il vice presidente Nicola Mastronardi: “Vorrei fare un elogio alla squadra per la tenacia e la determinazione con cui ha affrontato la gara di Castelluccio, elementi che ci hanno spedito in semifinale. Non era mai successo che una squadra di Marconia raggiungesse un obiettivo del genere, per cui siamo doppiamente felici. Ora testa al campionato, perché ci attendono grandi novità nel prosieguo della stagione“.

UFFICIO STAMPA ELETTRA MARCONIA

Giovanni Colucci